La metafora delle donne e dei motori

Oggi durante la comunione di mio nipote s'è parlato di donne tra zii, un discorso pressoché maschilista dal quale ne ho dedotto una metafora per chi ha le idee un po' confuse.

La donna sportiva

La donna come macchina sportiva: è bello sfoggiarla, prestazioni da urlo, carrozzeria fiammante, ma consuma troppo, è difficile da mantenere e lasciandola in giro hai paura che te la chiavino.

La donna familiare

Porta i bambini, aiuta tutta la famiglia, ideale per le vacanze; ma ha un baule troppo grosso, è poco maneggevole, poco attraente difficile da parcheggiare, Vorrebbe apparire elegante ma ha forme troppo deformate.

La donna furgone

Love vanLove van
Senza dubbio senza fronzoli, pratica, maneggevole, si rende utile quando hai bisogno; ma è poco appariscente, assolutamente non elegante, non c'è posto per la famiglia a meno che non sia zingara.

La donna di classe

Raduno Auto D'Epoca - Roma 27 Marzo 2011Raduno Auto D'Epoca - Roma 27 Marzo 2011
Elegantissima, ha percorso molta strada, ha molto da insegnarti ma oramai la sua tecnologia è sorpassata; purtroppo è stata restaurata le linee sono stanche.  Bene, adesso potete linciarmi in pubblico web.

Tags: