Novembre 2008

Progressismo micioso

I primi tre giorni di Jena a casa sono passati alla grande.

Il primo giorno (mercoledì) sono rimasto in casa tutto il giorno ed ho provato a «debuggare» le funzioni vitali del miciotto: cacca, sonno cibo.

Tutto è andato per il verso migliore, dopo aver smaltito lo stress post viaggio e post abbandono, il soggetto peloso si è prodotto in diverse produzioni marroni, tutte rigorosamente posizionate nella lettiera.

Chiamami Jena

Questa sera è arrivato Jena, accompagnato dal suo scagnozzo Mrs. Robinson, con fare circospetto si è subito appropriato di casa mia, del divano soprattutto.

Da questo momento la caccia è aperta. È una belva feroce contro il cordino dei pantaloni, il terrore degli alimentatori da PC lasciati incustoditi.

In questo momento inoltre è vietato scattare fotografie infatti dorme sul borsone della macchina fotografica e non mi sogno nemmeno lontanamente di svegliarlo.

Il territorio è suo, non mi resta che assecondarlo se ci tengo alla mia pelle.